23 aprile 2012

Voli low cost? Ecco la guida al risparmio di Altroconsumo

ROMA – Siete alla ricerca di un volo low cost? Allora c’è da augurarvi buona fortuna: ormai sapersi districare tra le infinite offerte proposte dalle agenzie online e dai motori di ricerca dedicati ai voli è roba da utenti esperti. Questa la conclusione cui è giunta Altroconsumo che, in vista delle tanto agognate vacanze estive, ha messo a punto un’indagine in cui mette a confronto le tariffe delle compagnie aeree low cost con quelle proposte dai siti come eDreams, Volagratis, Lastminute, Expedia, oltreché dai motori di ricerca dedicati ai voli, come Skyscanner e Easyviaggio.

Nemmeno due volte su dieci questi siti sono capaci di garantire l’affare millantato al primo click. Morale della favola: mai fidarsi del prezzo che compare in prima battuta. La differenza tra offerta inziale e quello che pagherete alla fine, può essere notevole. A far lievitare il prezzo finale contribuiscono tutta una serie di fattori: tasse e spese, imbarchi prioritari e speciali, polizze assicurative e talvolta, commissioni per il pagamento con carta di credito.

Come fare allora per intercettare tariffe convenienti senza impazzire nel marasma di variabili e algoritmi? Per ogni sito Altroconsumo ha effettuato 75 prove su quindici tratte: cinque nazionali, cinque europee e le ultime cinque internazionali. Sono state indicate diverse possibilità per la partenza: dopo sei mesi, dopo tre, dopo una settimana o dopo tre giorni. Mantenendo sempre una certa flessibilità sui giorni di partenza e di arrivo.

Ecco allora le regole del risparmio suggerite da Altroconsumo. Non prenotare mai troppo presto, quando i prezzi sono standard, mai troppo tardi, quando si è prossimi all’esaurimento posti e le tariffe schizzano alle stelle.

Non prenotare nei weekend, meglio cercare nei giorni infrasettimanali, di martedì o di mercoledì, e sempre di pomeriggio. A quell’ora è più probabile beccare l’affare. Dallo studio degli algoritmi dei siti sono questi gli orari consigliabili.

Cominciare ad organizzare il proprio viaggio partendo dai motori di ricerca ma andare sempre a controllare sui siti ufficiali delle compagnie aeree.

Se siete indecisi tra un volo di linea e un low cost c’è da considerare che i primi hanno tariffe più stabili, i secondi pur subendo oscillazioni di prezzo risultano mediamente più economici. Il risparmio va dal 35% al 75%.

Attenzione alle regole su peso e dimensione dei bagagli. Compagnie come Ryanair sono ormai tristemente famose per le loro penali altissime e i controlli rigidissimi al check in.

Attenzione al click involontario: si rischia di acquistare servizi non voluti come imbarco prioritario, posti speciali, assicurazione o addirittura noleggi auto.