7 gennaio 2012

Turismo: male ultimi 3 mesi 2011, operatori sperano nel 2012

ROMA, 7 GEN – L'ultimo trimestre del 2011 e' stato, per gli operatori turistici, ''decisamente deludente'' ma nonostante questo loro sperano che il 2012 sia un anno positivo per il settore. Lo hanno detto due esperti in materia, Alberto Corti, direttore di Federviaggio e Andrea Costanzo, presidente di Fiavet Lazio, entrambe aderenti a Confcommercio, intervistati nel corso della trasmissione Uno Mattina.''Il primo periodo del 2011 e' stato positivo – ha esordito Corti – con un +6% di arrivi e un +6,5% delle spese dei viaggiatori. Tuttavia l'ultimo trimestre dell'anno e' stato deludente''. Per gli operatori dell'outgoing hanno pesato la chiusura delle destinazioni dell'Africa del Nord, Tunisia ed Egitto innanzitutto, scelte, ogni anno, dal 10% degli italiani che vanno all'estero. ''Auspichiamo che avvenga presto la ripresa del Nord Africa – ha aggiunto Costanzo – anche se il fatto che queste destinazioni siano state praticamente chiuse al turismo ha fatto si' che, l'anno scorso, tanti italiani abbiano scelto le spiagge del nostro Paese e speriamo che cosi' avvenga anche la prossima estate''. Nel frattempo, chi quest'inverno ha potuto permetterselo, ha scelto altre mete calde quali i Caraibi, il Kenia e la Tanzania, e le crociere. ''Speriamo – ha concluso Costanzo – che ci sia presto una ripresa del settore turistico. Basterebbero solo un po' di fiducia e di tranquillita'''. Nel frattempo, durante queste vacanze di Natale, gli italiani, oltre alla montagna e alle citta' d'arte, hanno scelto sempre piu' spesso i viaggi che avessero un significato, nei quali potessero cioe' apprendere qualcosa: dalla fotografia alla cucina, per fare solo due esempi.