21 giugno 2012

Francia: una vigna diventa un monumento storico

PARIGI – Un piccolo appezzamento di 600 viti nel cuore della Francia sta per entrare a far parte del patrimonio monumentale d'Oltralpe. E' la prima vigna ad essere iscritta ufficialmente nell'elenco delle opere culturali, ma il fatto non stupisce piu' di tanto visto che in Francia il vino e' cultura. Ne da' notizia Winenews, precisando che il 'monumento' e' un piccolo territorio di appena 2mila metri quadrati nel Gers, il dipartimento francese della regione Midi-Pyrenees, cuore della denominazione Saint-Mont. La vigna si e' meritata questo privilegio per l'unicita' dei suoi ceppi, tra i piu' antichi in Francia, e per alcune varieta' di vitigni sconosciuti e non innestati. Secondo la prefettura della regione di Midi-Pyrenees si tratta di un notevole esempio di biodiversita', del patrimonio genetico e dei metodi di coltivazione ancestrali che sono scomparsi con l'epidemia di fillossera. I ricercatori, fa sapere Winenews, visitando la vigna hanno individuato una ventina di varieta' diverse, tra cui il Pedebernade, il Tannat, in maggioranza Madiran e Saint-Mont, poi ancora Morrastel, Fer Servadou o Miousap.