9 agosto 2011

Esodo, l’allarme della polizia: con le vacanze attenti ai soldi falsi

ROMA – “È tempo di vacanze: tanti sono i turisti che prediligono l’Italia come meta di villeggiatura. Tanti vengono dall’Europa e spendono i loro euro nel nostro Paese, così come sono tanti gli italiani che vanno nelle città europee. Con uno scambio di banconote e monete così elevato è perciò più facile imbattersi in soldi falsi”. E’ questo l’allarme della polizia che sottolinea come durante l’estate aumenti la possibilità di contraffazioni e falsi. “Anche se l’euro – prosegue la polizia – è frutto di esperienze antifalsificazione di tutte le Banche Centrali europee, è stato oggetto di diversi tentativi di contraffazione”.

Per difendersi da eventuali truffe gli agenti consigliano di osservare e toccare attentamente il denaro ricevuto e nel caso ci siano dubbi sulla legittimità di una banconota o di una moneta di contattare le forze dell’ordine fornendo quanti più dettagli possibili riguardo la provenienza, oppure di far esaminare la banconota e la moneta da esperti delle banche o degli uffici postali. Dai dati forniti dalla Banca d’Italia, risulta che i falsari sono concentrati soprattutto sulla riproduzione del taglio da 20 e 50 euro, mentre per quanto riguarda le monete, le più ‘gettonate’ sono quelle da 2 euro.

Sul sito della polizia di Stato è possibile trovare una serie di accorgimenti e consigli per riconoscere subito un biglietto o una moneta autentica e quindi per evitare le truffe di quanti spacciano i soldi falsi per veri. Tra gli elementi di sicurezza, uno dei principali è la stampa calcografica (particolare tipo di stampa a rilievo) che è presente in diverse aree delle banconote ed è facilmente percepibile al tatto grazie al suo caratteristico effetto di rilievo. Inoltre, lungo i bordi, delle banconote da 200 euro e 500 euro sono stai inseriti speciali elementi tattili ideati per i non vedenti.